Back

L'Idea

Ieri

Una storia d'amore e perseveranza

Una storia che affonda le radici in un passato fatto di operosità e lungimiranza.

1960: in questi anni un gruppo di 40 appassionati decide di dar vita al Circolo Nautico Foce Cecina che si pone, come finalità, la creazione di una zona di attracco per piccoli natanti. Un obiettivo mosso da un intento che parla di operosità, lungimiranza ed amore per il mare: organizzare e regolamentare l'approdo dei natanti evitando l'attracco selvaggio e malsicuro, valorizzando al tempo stesso il patrimonio paesaggistico.

1990: la volontà di creare un vero e proprio Porto Turistico si concretizza nella fondazione della Società Circolo Nautico S.p.A.. Una realtà interamente privata, composta di 536 soci azionisti, che si propone come imprenditore, realizzatore e gestore della nuova struttura portuale, ed acquista immediatamente i terreni utili sottraendoli dunque ad eventuali vincoli demaniali.

2000: inizia l'elaborazione del progetto da parte della società prescelta, la Interprogetti S.r.l.. Un progetto che fornisce in primis risposte e rassicurazioni da un punto di vista ambientale, in particolare per la risoluzione dei problemi legati all'erosione, ai ripascimenti, alla difesa della flora e della fauna.

Oggi

Un progetto che si realizza

Gli investimenti prendono forma; il progetto si trasforma in fatti, infrastrutture, lavoro.

Nel 2010 le formalità sono concluse, autorizzazioni e licenze comprese. Nel 2011 iniziano le operazioni relative all'edificazione vera e propria, gli investimenti trovano l'attesa concretizzazione, la forza lavoro si mette all'opera: occupazione diretta garantita per oltre 300 persone, ed un indotto stimato da 2 a 6 persone per ogni posto barca. Dalla prima pietra in poi, il progetto prende forma.Obiettivo: la completa realizzazione entro il 2015.

GUARDA LA PLANIMETRIA DEL PROGETTO
SCARICA LA BROCHURE INFORMATIVA

Domani

Un modello di qualità per l'Europa

Il primo porto dotato di una totale autonomia energetica.

Il Porto di Cecina sarà il frutto di un progetto all'avanguardia, elaborato e testato negli anni al fine del raggiungimento di un obiettivo preciso: proporsi come modello di qualità per l'Europa intera per quanto riguarda l'ecosostenibilità e l'impatto ambientale sul territorio. Grazie all'impiego di fonti rinnovabili e ad una serie di soluzioni volte a limitare gli sprechi, sarà infatti il primo porto in grado di assicurare una totale autonomia energetica alle sue strutture.

SCOPRI I PLUS DEL PROGETTO
SCARICA LA BBROCHURE INFORMATIVA